Il mio mare.

ottobre 19, 2008 § Lascia un commento

Cipressa, 1 Maggio 2008

Dopo tanta burrasca  arriva la quiete.
Le onde si placano e in riva al mare 
raccolgo sassi, conchiglie,
pezzi di legno levigati dalle onde,
i miei pensieri.
Dopo aver compreso,
è l’ora dell’accettazione.
La saggezza del limite.
Non posso aiutare chi
non riconosce in se stesso
l’incapacità della relazione.
Che una goccia, un sussurro,
una breccia di luce si diffonda.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Il mio mare. su I miei passi.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: