oggi piove

maggio 15, 2009 § Lascia un commento

Oggi piove . Gocce silenziose che cadono a terra. Ne servono molte prima che la terra arida inizi ad ammorbidirsi e ad accoglierle. Non c’è nessuno in casa. C’è ancora tempo prima di uscire. Da bambina quando pioveva andavo a caccia di vermi . Cercavo un bacchetto di legno, sottile ma robusto, stivali, felice di sentire l’odore della pioggia, smuovere la terra e cercare il mio verme. Metterlo in equilibrio sul rametto e trasportarlo sull’asfalto, soddisfatta. Concentrata solo a fare bene la tua grande impresa. Nessun altro pensiero se non godere alla vista di un nuovo verme, della terra smossa e della pioggia. Annullando la misura del tempo e dello spazio, come solo i bambini sanno fare concentrati nel loro gioco.

Maggio

maggio 9, 2009 § Lascia un commento

A volte si ha il bisogno di riscoprire ricordi. Oggi voglio ripercorrere ricordi positivi.
Questo mese di maggio mi riporta a ricordi legati a mio figlio. A quei regali meravigliosi che solo i bambini sanno donare.
Il primo è legato alla sua Prima Comunione. Durante la cerimonia il prete legge alcune lettere scelte tra quelle scritte dai bambini il giorno precedente. Il tema è :”ringraziare Gesù per una cosa bella e cosa vorresti chiedergli”. Dopo alcune lettere il prete ne inizia a leggere una in cui un bambino si scusa della sua scrittura quasi illeggibile, il prete conferma sorridendo. Poi ringrazia Gesù per avergli dato genitori buoni e sempre gentili con lui , dentro di me penso a quanto sono fortunati quei genitori , ringrazia di avergli donato suo fratello maggiore che lo difende e lo protegge quando ne ha bisogno. Poi chiede a Gesù di perdonarlo perchè non si era comportato bene, “aveva segato il tavolo della maestra!” , dalla Chiesa si leva una risata benevola, io sto zitta. E’ Giovanni. Lui si gira e mi guarda un pò smarrito, gli sorrido e lo abbraccio con gli occhi.

Il secondo ricordo risale allo scorso anno. 11 maggio festa della Mamma. Giovanni è dalla sera prima che gira per casa con il suo sacchetto. Dentro c’è il regalo che mi ha preparato, insiste che lo apra subito, ma resisto e rimando a domani. La mattina presto entra nella mia camera con il suo pacchetto, lo apro e ci trovo una statuetta di Budda. In quel periodo mi dedicavo alla lettura di testi buddisti e scherzando lui mi chiamava “eretica”.
Lo trovo un regalo “sentito”, sono felice e lo ringrazio per la sua attenzione. Esce, poi rientra e mi dice: “Mamma, oggi sono a tua completa disposizione”. Sono serenamente turbata. Mi alzo, mi preparo, e chiamo Giovanni. Gli dico di prendere il suo libro “Erbolario” si va per boschi a cercare le foglie che attaccheremo sul suo libro a fianco alle immagini. Camminiamo, cerchiamo foglie e cicaleggiamo, arriviamo in cima alla collina e gli offro un pranzo alla Trattoria degli Alpini. Polenta e costine. E’ felice di mangiare costine, un cibo così poco sano! Usciamo satolli. Ci fermiamo seduti su una gradinata da cui si vede la valle sottostante e parliamo del più e del meno. Poi soddisfatto mi dice : “è bello stare qui a parlare con te di queste cose,… e soprattutto con la panza piena!!” Rido di gusto. Ci incamminiamo verso casa. Gli dico “Grazie Giò, per questo giorno 11 maggio 2008”.

Dove sono?

Stai visualizzando gli archivi per maggio, 2009 su I miei passi.