18 dicembre

dicembre 18, 2009 § Lascia un commento


Questa sera nevica. Mi piace guardare la neve cadere nel buio e nel silenzio. Giovanni rientra in casa e con lui una ventata di vita. E’ uscito a fare un giro sotto la neve, in bicicletta. E’ eccitato. Felice mi racconta che è caduto dalla bicicletta e che è rimasto sdraiato sul prato a guardare la neve cadere (appartiene alla categoria dei romantici). Mi abbraccia, è tutto bagnato e freddo, mi dice che è bello guardare la neve cadere e che dovrei scrivere una poesia. Gli rispondo che è vero, è bellissimo quando nevica, ma niente ispirazione e niente poesia. Parla, parla, la sua voce cristallina riempie la casa. Mi racconta del gatto di Elisa, del nostro gatto, del compito di arte che deve preparare: disegnare tre sedie “inedite” ed é sicuro che mi divertirò ad aiutarlo, (ahi!) . Mi dice che in casa questa sera c’è una bella atmosfera, calduccio, albero di natale e luci soffuse. Ha ancora il candore che tocca al cuore, come la neve.

Gio

Annunci

I commenti sono chiusi.

Che cos'è?

Stai leggendo 18 dicembre su I miei passi.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: