Fragilità

novembre 29, 2010 § Lascia un commento

 Vento,
capovolgimi agitami scuotimi,
spezza il filo, fammi cadere,
precipitare
in una corrente profonda
spingimi al largo
distante
dai pazzi mortiferi
appesi al filo della normalità
trattenuti dall’amo dell’inganno
sorretti dal vuoto della loro perdita
incuranti di ciò che non possiedono.

Dove sono?

Stai visualizzando gli archivi per novembre, 2010 su I miei passi.